Due parchi tutelati dall’Unesco e la meraviglia della Sila

Sportwear17/08/2019

Tre occasioni per camminare in mezzo alla bellezza

Volete camminare e vivere un’esperienza indimenticabile? Non serve andare nel Grand Canyon. Basta andare nel Cilento: Il Parco Nazionale omonimo, istituito nel 1991 e patrimonio dell’umanità UNESCO dal 1998, è un vero concentrato di storia e natura e vanta alcuni dei siti archeologici più importanti dell’Italia Meridionale. Se da una parte ci sono boschi e aree verdissime ricoperte dalla classica macchia mediterranea, dall’altra ci sono i templi di Paestum, eredità meravigliosa della Magna Grecia, i ritrovamenti del Monte Pruno e gli scavi di Elea-Velia. Il parco si estende a sud di Salerno e vanta anche due aree marine: quella di Santa Maria di Castellabate e la Costa degli Infreschi e della Masseta, ricca di grotte sommerse per chiunque ami le immersioni.

Istituito nel 1988 e dal 2009, il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi  è un altro dei patrimoni dell’umanità protetti dall’Unesco. Tra marmotte, camosci, cervi e caprioli il parco ha una fauna vivace e ricchissima che si affianca a una flora altrettanto variegata, da ammirare camminando tra i sentieri. Se in inverno l’area è ricca di piste da sci, in estate lo scioglimento della neve permette l’accesso ai tanti rifugi della zona, come il Rifugio Venezia, costruito nel 1892 e il primo delle Dolomiti in territorio italiano.

Infine, per gli amanti della montagna aspra, quello dell’Aspromonte è il massiccio che si trova sulla punta più estrema dello stivale e che è molto più antico dell’Appennino. Tra i 37 comuni che lo compongono, quello di Scilla è probabilmente il più famoso, noto perché, insieme a Cariddi, sulla costa siciliana, formava la coppia più pericolosa del Mediterraneo per tutti i marinai, almeno secondo la storia e la mitologia greca. Per chi visita il parco nazionale, però, ci sono anche i borghi di Bagaladi, dove si può scoprire la storia dell’olio d’oliva calabrese, San Giorgio Morgeto, che vanta il vicolo più stretto d’Italia, e Bova, con la sua vecchia locomotiva a vapore esposta in piazza. Per gli amanti dello sport, qui partono anche sentieri e percorsi che permettono di scoprire la zona a piedi, come il Sentiero dei Greci o quello che porta alla Cascata di Salino.

Per camminare: la Sense Ride di Salomon con Intersuola Vibe™ che combina EnergyCell™  e Opal quindi riduce vibrazioni e carico. Un’altra opzione è la Speedcross 5 GTX con fodera in GORE-TEX idrorepellente e traspirante.  Infine, vi suggeriamo un meraviglioso modello vintage di Domomite.

 

Dove trovare queste scarpe?

Altre notizie

#JustAsk

Rispondiamo
entro un'ora
sulla nostra pagina Facebook

Fai la tua domanda
Orari d'apertura

Telefono: 045.8780928
> Contattaci

Top