Indietro

I rimedi naturali

Olio di neem contro le pulci!

I gatti hanno le pulci? La risposta è si, anche più dei cani. Sebbene passino il 10% del loro tempo a pulirsi, non riescono a sfuggire a questo parassita, che trova la sua condizione ideale fra 18 e i 27 gradi e con forte tasso di umidità. E nonostante il gatto sia molto intelligente ed eviti i luoghi dove le pulci si annidano (anche in casa su tappeti e imbottiti), spesso non riesce a evitarle. Come accorgersi se le ha?  Se compie un’auto-pulizia eccessiva, così come il continuare a leccarsi, a mordicchiarsi o grattarsi, se ha chiazze senza pelo sul retro delle zampe, sul collo  o alla base della coda.  Si può controllare con un passaggio delle mani fra il pelo o scostandolo: in caso appaiano granelli simili a pepe, sono pulci. Di solito si annidano nella parte bassa della schiena, sulle zampe posteriori e sulla pancia.

Ma c’è un olio, totalmente naturale, che viene dall’India, i cui benefici conclamati contro pulci, zecche, zanzare e parassiti sono notissimi. Si chiama olio di Neem e passarlo sul pelo garantisce che i parassiti staranno lontani, perché odiano il suo aroma. Lo si trova in farmacia e in erboristeria, il nome viene dalla dea Neemari ed è ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di Azadirachta Indica. Si può fare un collare antipulci, immergendo una stringa di stoffa nell’olio. Oppure, può essere applicato puro in pochissime gocce sul pelo del cane o del gatto, anzi, è consigliabile versarne qualche goccia anche nelle acque stagnanti di sottovasi e grondaie, per impedire alle larve di zanzara di svilupparsi. Infine, lo si trova sotto forma di lozione spray da spruzzare sul nostro amico peloso o su cuscini, coperte e tappeti.

Eventi

Occhiali di design? Chimi!

Fra contaminazioni retro e streetwear